ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Coperture ignifughe in PVC: i capannoni resistono al fuoco?

Una delle domande più richieste alle aziende di coperture industriali per il magazzino è: “I capannoni resistono al fuoco?
Un dubbio che nasce in modo spontaneo, soprattutto per quelle aziende che lavorano in contesti nel quale la temperatura tende ad alzarsi molto o in presenza di materiali infiammabili.
Capiamo in quale modo i capannoni in pvc resistono al fuoco e quali sono le coperture ignifughe più consigliate.

Classe di resistenza al fuoco dei materiali

Prima di capire come si comporta il PVC a contatto con il fuoco, è importante definire cosa si intende con “resistenza al fuoco”.
La resistenza al fuoco è la capacità di un materiale da costruzione di conservare alcune caratteristiche essenziali quali la stabilità, la tenuta e l’isolamento termico, per un determinato tempo.
Questa caratteristica viene stabilita in base al REI, la sigla che si riferisce proprio alla classe di resistenza al fuoco. In questa classificazione vengono tenuti in considerazione la resistenza meccanica al collasso, l’attitudine del materiale a non lasciar passare le fiamme e la capacità di non propagare il fuoco negli ambienti circostanti.
Un altro concetto importante è la reazione al fuoco; per questo motivo esiste una classificazione (segnalata dalla norma EN 13501) che indica quali sono i materiali incombustibili.
Il PVC delle coperture mobili riceve un trattamento ignifugo di classe 2. Il trattamento superiore viene applicato solo in determinate circostanze e fornisce ai prodotti una classe di reazione al fuoco pari a zero.

Il PVC e le coperture ignifughe

Quando scoppia un incendio in azienda, è fondamentale che gli elementi presenti in magazzino siano fortemente resistenti al fuoco, così da evitare la propagazione delle fiamme.
Ad essere più a rischio sono i locali caldaie, i serbatoi di carburante, le aree per lo stoccaggio di prodotti infiammabili e altre zone che richiedono un maggiore coinvolgimento di coperture ignifughe.
Il PVC è un materiale adatta a coprire zone ad alto rischio infiammabilità?
La risposta è sì: è quanto emerge dal documento fornito da PVC forum Italia contenente linee guida e indicazioni sui materiali da costruzione nel caso di incendio.
Nello studio sono state evidenziate anche le ottime caratteristiche del PVC in termini di isolamento, sicurezza, durata e basso impatto ambientale.
Non sono solo questi i vantaggi attribuibili al PVC. Le coperture mobili e amovibili in PVC non contribuiscono alla propagazione delle fiamme, non rilasciano scintille e non danno in qualunque modo il via a fuochi.
Al contrario, il PVC permette di rallentare la propagazione delle fiamme perché essendo un materiale elastico, si espande, si carbonizza e fornisce un contributo in termini di sviluppo di incendi.

Pannelli sandwich resistenti al fuoco

I pannelli sandwich sono delle ottime soluzioni per resistere agli sbalzi termici.
I capannoni che utilizzano pannelli sandwich hanno una doppia protezione: il pannello, infatti, è composto da due strati di materiale rigido che viene unito da un elemento connettivo morbido. Questo, assieme alla carpenteria, costituisce una barriera aggiuntiva sotto il telo in pvc.
I rivestimenti in pannelli sandwich ignifughi sono utilizzati per proteggere grandi depositi di sostanze infiammabili e le aree di lavoro nelle quali è presente un alto rischio di propagazione delle fiamme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *