ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Coperture industriali: 5 motivi per scegliere una soluzione mobile in pvc

Le coperture industriali sono il corpo centrale della logistica di un’azienda.

Avere degli spazi coperti di qualità è un grande vantaggio per il settore industriale: non si tratta semplicemente del magazzino ma anche delle zone di ricovero mezzi e di carico e scarico merce, oppure quelle aree destinate ad ospitare particolari fasi produttive.

Esistono diverse tipologie disponibili sul mercato odierno. Le soluzioni possono variare dai prefabbricati industriali ai capannoni in muratura, dalle strutture in legno alle coperture industriali in pvc.

In questo approfondimento concentreremo l’attenzione proprio su queste ultime, per capire quali sono i principali vantaggi delle soluzioni mobili in pvc e perché vengono scelte da molte aziende italiane per aumentare le superfici coperte.

Versatilità

Le coperture industriali sono adattabili a qualunque contesto e settore, non solo industriale ma anche agricolo e privato.

Sono versatili perché possono essere installate a ridosso di fabbricati esistenti oppure possono ricoprire piazzali scoperti all’interno della proprietà aziendale.

Le coperture in pvc possono essere di diversi modelli, ognuna con caratteristiche diverse e adatte ad attività lavorative differenti.

Velocità d’installazione

Spesso le aziende italiane richiedono coperture industriali in tempi rapidi. I motivi possono essere svariati, primo su tutti il carico di merce improvviso.

Le tensostrutture in pvc vengono installate in un range temporale che va dai 30 ai 60 giorni in base alla dimensione e alla complessità della struttura scelta.

Un vantaggio assoluto che non ha paragoni con altre tipologie di coperture industriali.

Burocrazia limitata

Costruire una struttura in muratura è una grande seccatura. Impedimenti burocratici senza fine e la luce in fondo al tunnel sempre lontana.

I capannoni mobili in pvc godono invece di una burocrazia limitata e non hanno bisogno di lunghi iter per dare il via ai lavori.

Fino a settembre 2019, le strutture in pvc potevano essere costruite senza concessione edilizia. Bastava semplicemente consegnare la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) o su richiesta la DIA (denuncia di inizio attività) per poter cominciare con i lavori di costruzione.

Una sentenza della corte di Cassazione ha leggermente modificato l’iter delle cosiddette “tensostrutture” specificando quali sono le specifiche di intervento per la loro installazione. E’ sempre buona norma fare riferimento al comune di competenza per avere un quadro chiaro della burocrazia sulle tensostrutture in pvc.

Costi ridotti

L’installazione di coperture industriali è economica se confrontata con le opere in muratura.

Sia l’investimento iniziale che i costi accessori e di manutenzione non sono invasivi.

Avere dei prezzi precisi è invece più complicato. Per stabilirlo, i tecnici hanno bisogno di effettuare un sopralluogo nel quale vengono verificati gli spazi a disposizione ed eventuali impedimenti. A quel punto è possibile progettare una soluzione ad-hoc e quindi conoscere il prezzario dei vari interventi.

Sicurezza e protezione

Le coperture industriali sono strutture sicure. Essendo composti da due materiali robusti come l’acciaio e il pvc, sono in grado di resistere a qualunque tipologia di intemperia.

Sono inoltre la soluzione più indicata per i magazzini in pvc in zone sismiche o aree a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *