ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Perché sottoscrivere una polizza contro i rischi informatici

Aziende e liberi professionisti sanno quanto oggi come oggi sia importante avere un’assicurazione professionale su cui fare affidamento.

Con un’assicurazione professionale è infatti possibile proteggere la propria attività ed evitare problemi con i propri clienti.

Una classica assicurazione professionale però potrebbe non essere sufficiente quando si parla di rischi informatici.

Visto l’evolversi dei reati digitali anche una polizza contri i rischi informatici è da considerarsi assolutamente indispensabile per la maggior parte delle realtà business.

Aziende e liberi professionisti hanno modificato in modo radicale il loro modo di lavorare nel corso del tempo.

Fino a qualche anno fa le tecnologie più avanzate erano di retaggio esclusivo delle aziende di più grandi dimensioni, più innovative, improntate verso il progresso, mentre oggi sono pilastri fondamentali per ogni attività lavorativa, in qualunque possibile settore, dal piccolo commerciante alla grande multinazionale.

Le nuove tecnologie rendono possibile lavorare con maggiore semplicità, in modo più veloce e raggiungendo performance che un tempo erano impensabili.

Purtroppo però espongono aziende e liberi professionisti a molti rischi, tra questi, il peggiore in assoluto è quello della perdita di dati sensibili a causa di un attacco informatico. 

Questi attacchi possono causare danni ingenti al flusso di lavoro, se non in alcuni casi bloccarlo del tutto, comportando una perdita di tempo e denaro che nessuna realtà business può permettersi di affrontare.

La perdita economica è ancora più grave nel lungo periodo, a causa delle ripercussioni che un attacco informatico può avere sulla reputazione di aziende e liberi professionisti.

Che fare?

È sicuramente utile assumere degli esperti in cybersecurity, che possono essere anche esterni all’azienda stessa.

Ma è bene tutelarsi sottoscrivendo un’assicurazione contro i Cyber Risk, una polizza che consente di vivere sonni tranquilli, che comprende una gamma di garanzie fondamentali, utili per poter ottenere un rimborso o di poter rimborsare i propri clienti nel modo adeguato nel caso si fosse vittime di un attacco informatico.

Ne va del proprio lavoro e della propria reputazione.

Assicurazione Cyber Risk: quali caratteristiche prendere in considerazione

Ci rendiamo perfettamente conto che potrebbe risultare complesso scegliere una polizza contro i rischi informatici.

È difficile perché si tratta di una tipologia di polizza piuttosto nuova, di cui non si conoscono molto le caratteristiche, e perché esistono innumerevoli proposte sul mercato.

Per fare la giusta scelta ci si può affidare alla propria compagnia assicurativa, oppure scegliere la consulenza di un broker assicurativo che sappia analizzare al meglio le proposte del mercato.

Ecco alcune indicazioni di massima da tenere in considerazione per scegliere la giusta assicurazione:

No alle polizze preconfezionate.
Ogni polizza deve essere ben calibrata sulle specifiche esigenze dell’azienda o del libero professionista, redatta quindi solo dopo aver sottoposto quella specifica realtà ad un’analisi dei rischi a cui è esposta e della sua cultura aziendale.
Sì ai grandi gruppi assicurativi a livello internazionale.
Questi sono infatti i gruppi che possono garantire le polizze in assoluto più interessanti e sono sempre molto aggiornate sull’argomento.
Tra le garanzie che una polizza deve avere, ricordiamo un rimborso in caso di perdita dei dati sensibili o loro decontaminazione, nonché una copertura delle spese per il ripristino e il recupero dei dati.
Devono essere poi incluse le spese investigative, le spese legali, i costi di atti di comunicazione in situazioni di crisi volti a donare tranquillità ai clienti.
Deve essere inserita anche una copertura contro i costi derivati da un rallentamento del flusso di lavoro o da un suo blocco.
Per poter parlare di una polizza contro il cyber risk davvero di altissimo livello, deve trattarsi di una polizza che possa essere sottoposta ad estensioni. Deve poter essere ad esempio possibile inserire le frodi informatiche, il furto hacker, l’hardware property.
Infine è bene ricordare tutte le garanzie di responsabilità da inserire nella polizza, tra cui quella per la mancata tutela dei dati personali e sensibili, quella per un uso non autorizzato delle telecomunicazioni, quella per una gestione sbagliata di blog, social network e simili altri mezzi di comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *