ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Quotazione Oro in Recupero Anzi in Forte Rialzo

La quotazione oro recupera dopo il forte calo che la aveva fatta scendere in poche sedute di oltre il 13%, a causa delle enormi perdite subite dagli investitori per il panico da coronavirus che aveva indotto molti a cercare liquidità vendendo gli investimenti in oro.
Un recupero che ha l’aria di essere un forte rialzo del 10% in poche sedute che potrebbe non fermarsi se nei prossimi giorni gli investitori riusciranno a mantenere il sangue freddo.
Un tale comportamento della quotazione oro è di per se una anomalia indotta da una maggiore volatilità del suo prezzo che solitamente ha andamenti lineari in una sola direzione costante.
Ma tanta è l’eccezionalità di questo periodo che anche l’oro può essere utilizzato per compensare perdite importanti degli altri asset.
Dopo il lockdown di paesi come Stati Uniti e Gran Bretagna e con la Cina che si accinge a ripartire si va verso una maggiore chiarezza sullo scenario futuro dell’economia.
Uno scenario che tecnicamente farà entrare il mondo in una recessione epocale ma che allo stesso tempo sarà contrastato da misure eccezionali necessarie come quelle di helicopter money che tutti gli stati si apprestano ad eseguire.
In questo contesto riuscire a mantenere ed acquisire oro potrebbe essere una occasione di guadagno importante oltre che di difesa del valore del capitale.
L’oro rimane l’unico bene rifugio che ancora oggi possiamo constatare non ha perso niente soprattutto dopo l’attuale rialzo che ha praticamente azzerato le perdite di valore subite in giorni di caos finanziario.
Avere oro oggi sia in prodotti finanziari che ancora di più in lingotti è un modo alternativo di avere denaro liquido che può essere monetizzato velocemente sui mercati azionari o presso un compro oro Firenze o di altre zone.
In prospettiva la quotazione oro dovrebbe continuare a mantenere in modo stabile il prezzo raggiunto senza subire altre perdite anche per un certo ottimismo che comincia a farsi largo per la consapevolezza che l’economia prima poi riprenderà anche se non è possibile prevedere come e quando con esattezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *