ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Anna Tavano alla Financecommunity Week: l’evento con la Head of Global Banking di HSBC Italy

Inclusa da Financecommunity.it tra le 50 personalità più influenti del settore finanziario, Anna Tavano, attualmente Head of Global Banking di HSBC Italia, ha parlato delle trasformazioni del settore finanziario sottolineando il valore di diversità, inclusione, etica professionale e rispetto di codici di condotta.

Anna Tavano

Financecommunity Week: Anna Tavano alla tavola rotonda su “Finanza e capitale umano”

Cosa ricercano le banche? Quali figure? Per Anna Tavano, Head of Global Banking di HSBC Italy, a fare la differenza oggi sono le “persone con una forte etica professionale, attente al rispetto delle regole e della cultura aziendale”: professionisti “sensibili ai temi della diversità, dell’inclusione e della sostenibilità”. Invitata a intervenire lo scorso 13 novembre alla discussion su “Finanza e capitale umano”, organizzata nell’ambito della Financecommunity Week, la manager ha sottolineato come oggi anche nel comparto bancario e finanziario sia diventato piuttosto comune sentir parlare di diversity, inclusion, sostenibilità, ma non è sempre stato così. Nell’analizzare le trasformazioni del settore, Anna Tavano, che FinanceCommunity.it ha incluso di recente tra le 50 personalità più influenti del panorama finanziario, ha evidenziato come negli ultimi 30 anni l’industria bancaria sia cambiata drasticamente.




Il punto di svolta è avvenuto dopo la crisi del 2008 e il fallimento di Lehman. “Gli anni Novanta e i primi anni 2000 erano dominati da banchieri d’affari molto ambiziosi, molto motivati, capaci di lavorare sotto pressione per lunghe ore rinunciando anche alla propria vita personale” ha aggiunto la Head of Global Banking di HSBC Italy. In questa ottica diversità, inclusione, etica professionale e rispetto di codici di condotta erano quindi concetti “poco applicati”.

Anna Tavano: le quattro parole chiave per il futuro dei professionisti del settore finanziario

“Dopo il 2008 si sono verificati tre grandi eventi i cui effetti combinati hanno completamente cambiato l’approccio al capitale umano da parte delle banche” ha rilevato Anna Tavano nel suo intervento alla Financecommunity Week. L’intensificarsi della regolamentazione (il primo) ha permesso “di consolidare una cultura capace di affermare una maggiore etica e una rafforzata cultura del rischio”. L’avvento della tecnologia poi “ha trasformato alle fondamenta i modelli di business, soprattutto nel retail banking e nell’asset management, per la verità meno nell’investment banking”.




Infine l’arrivo dei millennials, entrati prepotentemente nel mondo del lavoro cambiando le regole del gioco: “Sono lavoratori con un focus molto spinto sullo sviluppo, la trasparenza, il worklife balance. Sono attenti all’etica, alla condotta, alla sostenibilità nel fare finanza e nel promuovere investimenti“. Una combinazione di fattori che “ha generato il bisogno di nuove professionalità e trasformato l’approccio al capitale umano”. Anna Tavano, Head of Global Banking di HSBC Italy, ha concluso il suo intervento richiamando le parole chiave per i professionisti del futuro. Sono le famose 4 C: creatività, curiosità, comunicatività, collaborazione. E in tal senso altrettanto importante secondo la manager è il concetto di “intelligenza emotiva”: “Per molti anni abbiamo utilizzato il quoziente intellettivo come unico fattore di valutazione delle risorse. Nelle recenti statistiche è emerso che i team e i leaders migliori sono quelli con elevate capacità emotive e sociali tra cui perseveranza, autocontrollo, empatia e attenzione agli altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *