ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Come presentare un’azienda in ambito Ue e extra Ue senza più fiere

Stato, Regioni e Associazioni aiutano le aziende a proporsi in ambito internazionale, quasi sempre con aiuti per partecipare a fiere all’estero. E ora che non ci saranno manifestazioni fieristiche per un bel po’ di tempo? Passata l’emergenza le aziende italiane dovranno ripratire e proporsi in più mercati possibile. Come fare?

Senza contare il fatto che questi aiuti sono vanificati, troppo spesso, per le difficoltà che le Pubbliche Amministrazioni presentano alle aziende. Questi ostacoli sono principalmente, se non esclusivamente, di natura burocratica che appesantiscono, ostacolano e rendono molto dispendioso, in termini di risorse, il traguardo dell’erogazione del voucher.

Bandi per l’internazionalizzazione di piccole e medie imprese: e ora senza più le fiere?

Bandi per favorire il processo di “internazionalizzazione” e presentarsi cosi sui mercati che non siano quello italiano per le Micro, Piccole e Medie Imprese vengono attivati di sovente. Il più delle volte però questi bandi si riducevano alla partecipazione con conseguente mera esposizione dei prodotti in eventi fieristici internazionali. Ora che le fiere saranno per un po’ impedite, come fare?

Evidentemente una presentazione aziendale diversa e più in linea con i tempi e tecnologicamente più evoluta sarà sicuramente più efficace. Una delle forme più note, in area UE, per le presentazioni aziendali sono sicuramente i video promozionali. Questi video prima dell’emergenza erano inseriti stabilmente nello stand e contemporaneamente, con altre versioni appropriate e i necessari tagli, vengono ancora distribuiti  su piattaforme differenti e quindi fruibili da più punti e non solo dal canale YouTube aziendale, ma anche come contenuto per eventi aziendali trasmessi in diretta streaming
Una campagna mailing, con inviti mirati a potenziali clienti di un’altra nazionalità arricchita di un link verso il video è di certo più interessante che una sola mail. Così come le attività di recall, dopo la subito dopo l’ invio. Al proposito è interessante questo articolo sulle presentazioni aziendali che mostra come realizzarne una e come distribuirla.

Presentazioni Aziendali e Produzioni Video

Vidyard, è una affermata piattaforma di distribuzione  video specializzata nel mondo aziendale, da cui si possono trarre alcuni dati i quali indicano come l’85% delle industrie operanti sul mercato internazionale reputino i video di presentazione esattamente come fossero biglietti da visita imprescindibili nelle proprie strategie di marketing, anche se non l’unico

Le aziende italiane hanno una conoscenza relativa a questo approccio ed è sufficiente guardare i canali Youtube aziendali per rendersene conto. Il paragone con la concorrenza straniera non regge nemmeno lontanamente. Questo approccio certamente non lusinga nemmeno superficialmente quelle fette di mercato a cui ci si rivolge. Capita ancora di vedere trasformare presentazioni PowerPoint in video.

Va detto che nei bandi sono spesso indicate le voci riguardanti quelle azioni da eseguire come corollario per una efficace presenza in fiere di spessore internazionale; il suggerimento è di considerare la presentazione del prodotto importante come il prodotto stesso per ridurre la distanza con la concorrenza.

Localizzazioni di presentazioni aziendali

Ovviamente lingua e contenuti devono essere adattati alla nazionalità e ai costumi diversi. L’ubicazione di un video aziendale deve considerare gli aspetti differenti che ogni lingua presenta,  sia di metrica sia di lunghezza. Nelle presentazioni di video di impronta tecnica è indispensabile la sincronizzazione tra la narrazione e le immagine visualizzate. Di fatto ogni presentazione per le aziende va rimontata proprio in base alla traccia audio. Bisogna comunque considerare gli usi e le abitudini del paese dove si intende operare con il nostro video, anche se il soggetto è il sistema o la macchina in specifico. La persona, apparentemente, passa in secondo piano ma mostrare sensibilità aiuta sicuramente. Per non perdere tempo e richiedere ulteriori registrazioni, una buona ed efficace preparazione di pre-produzione sono necessarie.

Le grafiche devono essere localizzate perchè possano essere fruite in altre nazioni, soprattutto in quei casi in cui non sia possibile mostrare un video con una base sonora. Invece le versioni destinate ai canali aziendale su YouTube devono essere preparate già con i voice over in lingue diverse:  non solo quelle canoniche, ma soprattutto quelle dei paesi destinatari dove non sempre si riesce ad essere compresi in inglese. Il cinese e il giapponese ma anche il russo e l’arabo e anche il polacco. Se queste zone sono o posso essere un mercato interessante sarà utile localizzare la propria presentazione necessariamente anche in quelle lingue.

Giuseppe Galliano Studio
C.so Cavallotti 24
28100 NOVARA ITALY
www.giuseppegalliano.it