ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Crowdfunding sempre più utilizzato dalle aziende… e non sono solo start-up

Gli ultimi dati confermano il successo sempre crescente del crowdfunding, ovvero il metodo alternativo per raccogliere capitali tramite una raccolta collettiva, che coinvolge un ampio bacino di investitori individuali. Sono sempre di più le aziende (specialmente le start-up) che decidono di finanziare in questo modo i loro progetti, che altrimenti non potrebbero essere realizzati per via dei budget ridotti.

Le ragioni del successo del crowdfunding

crowfundingIl crowdfunding si sviluppa soprattutto attraverso l’utilizzo di apposite piattaforme online, che offrono servizi finanziari molto semplici e che sono costruite per mettere in “vetrina” i vari progetti, così da realizzare il contatto tra potenziali finanziatori (non necessariamente con scopi speculativi, anche con donazioni) e beneficiari dell’investimento.

Secondo gli ultimi dati, il mercato globale del crowdfunding potrebbe raggiungere la ragguardevole cifra di 8,5 miliardi di dollari di valore delle transazioni. Dal 2017 al 2018 si è passati da 3,9 miliardi di dollari a 5,3 miliardi di dollari, per poi schizzare di un ulteriore 60%. Inoltre i segnali più affidabili prevedono che la forte tendenza al rialzo dovrebbe continuare anche nel prossimo triennio ad un ritmo del 12% su base annua, raggiungendo alla fine circa 12 miliardi di dollari di valore delle transazioni nel 2022.

Numero di campagne e leadership cinese

A livello numerico, le campagne finanziate tramite il crowdfunding sono state più di 5,2 milioni nel 2017, e da allora sono raddoppiate arrivando a superare i 10,9 milioni nel corso di quest’anno. Le statistiche indicano che si supereranno i 12 milioni di progetti entro la fine del 2023.

Il paese leader in questa forma innovativa di finanziamento è la Cina, che detiene quasi l’85% del mercato globale del crowdfunding. Purtroppo lo scoppio della pandemia da Covid-19 ha imposto un ordine limite alla gestione delle campagne, visto che il mercato cinese è dominato dai principali rivenditori online come Alibaba, JD.com e Suning. Questi colossi possono infatti sfruttare i loro enormi database di utenti enorme per la raccolta fondi e la promozione dei progetti. Per capire il valore del crowdfunding cinese, basta pensare che le sue transazioni in valore sono state 782 milioni di dollari, quasi dieci volte di più rispetto al mercato statunitense che si trova al secondo posto.

L’utilità al tempo del Covid-19

Se da un lato lo scoppio del Covid-19 ha danneggiato il “sistema”, dall’altra però ha fatto emergere progetti di crowdfunding dedicati proprio a fronteggiare l’emergenza in Italia, con progetti destinati ad aiutare ospedali e Protezione Civile nelle operazioni di contenimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *