ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Differenza tra parodontologo e ortodontista

La figura del dentista non è l’unica figura professionale di ambito odontoiatrico con cui potremmo aver a che fare in caso di problemi dentali. In ambito odontoiatrico, infatti, esistono varie figure professionali differenti tra loro, che si distinguono in base alle loro competenze. Cerchiamo qui di fare un po’ di chiarezza. Ma andiamo con ordine. Innanzitutto, un dentista per diventare tale deve necessariamente conseguire la laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria. Una volta ottenuto il titolo, però, il dentista può decidere di proseguire il suo percorso di studi frequentando una specializzazione.

In base poi al percorso di specializzazione intrapreso, un dentista conquista un “titolo aggiuntivo”. In questo modo, un dentista con specializzazione in parodontologia sarà un parodontologo, uno specializzato in ortodonzia un Ortodontista Roma ecc.

In questo breve articolo cerchiamo di fare chiarezza tra queste figure professionali, analizzando quali sono le differenze tra un parodontologo e un ortodontista e in cosa si differenziano le loro professioni.

Chi è il parodontologo

Vediamo innanzitutto chi è il parodontologo e di cosa si occupa. Come abbiamo detto, un parodontologo è un dentista che, una volta conseguita la laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, ha deciso di conseguire una specializzazione in parodontologia. Ma cos’è la parodontologia? È una disciplina odontoiatrica che si occupa di individuare e curare le cosiddette malattie parodontali. Si tratta di patologie di origine batterica che colpiscono il parodonto, l’insieme dei tessuti molli e duri che sostengono il dente: gengive, legamento parodontale ecc. Le malattie parodontali sono originate solitamente dalla presenza eccessiva di placca batterica, ma possono essere causate anche da altri fattori come: fumo, malattie sistemiche, predisposizioni, malocclusioni ecc.  Dunque, il parodontologo è un dentista specializzato nel trattamento delle malattie parodontali, ma non solo. Si occupa anche della riabilitazione estetica e funzionale dei tessuti danneggiati da questo tipo di patologie.

La sua preparazione specifica sulle malattie parodontali, come gengivite e parodontite, fa del parodontologo una figura fondamentale per la salute dei nostri denti. Spesso infatti queste patologie vengono sottovalutate, ma se non vengono trattate per tempo da un parodontologo possono causare anche la perdita del dente.

Chi è l’ortodontista

Vediamo a questo punto chi è l’Ortodontista Roma e in cosa si differenzia dal parodontologo. Come è ormai chiaro, di fatto si tratta di un dentista che ha perseguito, in aggiunta alla laurea, una specializzazione in ortognatodonzia. Di cosa si tratta? Come la parodontologia, l’ortognatodonzia (o ortodonzia, lett. “denti dritti”) è una branca dell’odontoiatria. Tuttavia, l’ortodonzia studia, e contestualmente individua e corregge, varie tipologie di difetti e asimmetrie della dentatura.

L’ortodontista, dunque, grazie alla sua specializzazione, si occupa di sistemare malocclusioni (difetti/asimmetrie dentali e scheletrici) di vario genere: diastema, denti storti, affollamento dentale ecc. Più semplicemente, l’ortodontista corregge e “mette a posto” i nostri denti, grazie agli apparecchi ortodontici. Ma non si occupa solo di questo. Parte del suo lavoro consiste infatti anche nel monitorare lo sviluppo della dentatura durante le fasi di crescita per poter individuare difetti dentali tempestivamente. Possiamo dire che il lavoro dell’ortodontista è seguire, guidare e, dove necessario, correggere le strutture dentali durante le fasi di crescita e dopo il termine dello sviluppo dentale Dal classico apparecchio metallico che molti di noi hanno portato da bambini, fino al più moderno e attuale apparecchio invisibile, l’ortodontista individuerà la soluzione più adatta alle nostre esigenze e caratteristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *