ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Guida alla compilazione della denuncia di successione

Utile vademecum che ti permetterà di compilare facilmente il Mod. 4 della dichiarazione di successione. Consigliamo comunque di avvalersi della consulenza di uno studio legale per la corretta compilazione.

Successione ed Eredità

La successione si apre al momento della morte del de cuius, e di solito non rientra nelle pratiche burocratiche effettuate dalle agenzie di onoranze funebri. L’erede subentra in tutte le situazioni giuridiche, sia per quel che concerne le attività sia per le passività. Dal momento in cui si apre la successione, i successori hanno un anno di tempo per presentare la dichiarazione. Nel caso di successione testamentaria, prima di presentare la denuncia di successione è necessaria la pubblicazione del testamento. I soggetti tenuti per legge alla presentazione della dichiarazione sono:

  • – gli eredi e i legatari, o i loro rappresentanti legali
  • – gli amministratori dell’eredità
  • – gli immessi nel possesso dei beni
  • – i curatori dell’eredità giacenti
  • – gli esecutori testamentari e i trust

Non esiste obbligo di dichiarazione se chi eredita è il coniuge o un parente in linea retta del defunto e l’attivo ereditario non supera i 25.823 euro, esclusi i beni immobili e i diritti reali immobiliari. È necessario compilare il modello 4 e presentarlo all’Ufficio delle Entrate del luogo di residenza del defunto. Vanno allegati:

  • – Certificato di morte
  • – Copia autentica del testamento
  • – Stato di famiglia del defunto, degli eredi e dei legatari
  • – Copia degli estremi catastali dei beni immobili
  • – Prospetto di liquidazione delle imposte catastali, ipotecaria e di bollo.

Le imposte vanno versate con il modello F23 prima della presentazione della domanda.

Compilare il Mod 4

Pagina 1: indicare i dati anagrafici del defunto e la data del decesso. Se non c’è testamento si barra la casella “Legge”. Compilare, infine, il quadro dell’asse ereditario secondo la tipologia dei beni.

Pagina 2:si deve ricostruire l’albero genealogico dei successori, indicando il grado di parentela con il de cuius. Specificare, inoltre, i documenti in allegato alla domanda.

Pagina 3: nel Quadro A indicare, per ciascun erede, dati anagrafici, codice fiscale e grado di parentela con il defunto.

Pagina 4: nel Quadro B specificare i dati catastali dei beni che cadono in successione, ad esempio per i beni immobili e diritti reali scrivere indirizzo dei beni, quota di possesso e il valore dei fabbricati.

Pagina 5: nel quadro B2 indicare azioni e titoli, da non confondere con libretti postali e conti correnti che invece andranno nel quadro B4.

Pagina 6: inserire conti correnti e libretti postali.

Pagina 7: specificare quali beni siano stati trasferiti a titolo oneroso negli ultimi sei mesi di vita del de cuius.

Pagina 8: indicare i beni trasferiti per donazione negli ultimi sei mesi di vita del de cuius.

Pagina 9: nel quadro D riportare le passività dedotte dal patrimonio per le imposte da versare.

Pagine da 10 a 11:riservate all’ufficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *