ARTICLE MARKETING ITALIANO

INSERISCI ARTICOLO GRATIS

Mascherine FFP1, FFP2, FFP3 e chirurgiche: facciamo chiarezza sulla classificazione 

Adesso che tutti sono obbligati ad indossare la mascherina e che tutti abbiamo compreso che solo in questo modo è possibile limitare la diffusione del contagio, ecco che sorgono alcuni dubbi sulla classificazione di questo prodotto. Cerchiamo di fare insieme un po’ di chiarezza allora sulla questione. Quindi quale tipo di mascherina acquistare e consigli su dove acquistare mascherine online.

 

La classificazione delle mascherine

 

Possiamo classificare le mascherine in questo modo:

  • Mascherine chirurgiche. Hanno il compito di limitare la diffusione di particelle infettanti provenienti dal naso e dalla bocca dell’utilizzatore. Non filtrano però in fase inspiratoria. Non sono quindi protettive nei confronti dell’utilizzatore, ma solo delle altre persone che con lui entrano in contatto. Sono indicate per essere utilizzate dai cittadini, un gesto di responsabilità sociale importante. Se tutti i cittadini infatti indossassero le mascherine chirurgiche, allora tutti sarebbero protetti.

  • Mascherine FFP1. Questa è una tipologia di mascherina filtrante che permette di limitare la diffusione delle particelle infettanti provenienti dal naso e dalla bocca dell’utilizzatore, ma che ha un potere filtrante anche in fase inspiratoria. Permette in fase inspiratoria di filtrare l’80% delle particelle di piccole dimensioni. È più protettiva rispetto ad una mascherina chirurgica, ma il suo utilizzo è attualmente sconsigliato dato l’agente patogeno che stiamo cercando di combattere e le sue modalità di trasmissione.

  • Mascherine FFP2. Sono come le FFP1, ma hanno un potere filtrante del 95%. Sono le mascherine consigliate per il personale sanitario, per coloro che lavorano in un ambiente a rischio, per chi deve prendersi cura di una persona malata o potenzialmente infetta dal virus.

  • Mascherine FFP3. Come le altre maschere filtranti, ma con un potere filtrante sino al 99%. Anche in questo caso si tratta di mascherine consigliate per personale sanitario e per chi deve prendersi cura di una persona infetta, soprattutto nei casi in cui il rischio di aereosolizzazione è maggiore.

 

Mascherine FFP1, FFP2 e FFP3: sì, ma senza valvola

 

Queste mascherine sono disponibili in due versioni, con o senza valvola espiratoria. Le mascherine in possesso di valvola espiratoria sono senza dubbio più confortevoli per chi le deve indossare, soprattutto se per lunghi periodi di tempo. Non permettono però di fermare la diffusione del virus. Il virus infatti può passare attraverso la valvola e essere immesso nell’ambiente circostante, andando ad infettare altre persone. I modelli con valvola sono quindi in questo momento di crisi sanitaria da evitare assolutamente.

 

Solo queste sono le mascherine tra cui è possibile scegliere?

 

Oltre a questa classificazione, è doveroso ricordare anche le mascherine riutilizzabili e quelle fai da te. Non sono dispositivi di protezione individuale né dispositivi medici, ma si tratta di mascherine che sono comunque consigliate per la cittadinanza. Le migliori sono quelle realizzate in modalità multistrato con cotone e tessuto non tessuto oppure con cotone e flanella. Sembra che sia indicato anche il denim.

 

Il bello delle mascherine riutilizzabili e fai da te è che non si va ad incidere in modo negativo sull’ambiente in cui viviamo, cosa questa che invece accade con le altre mascherine dato che sono inquinanti e difficili da smaltire. Non solo, è importante anche ricordare che queste sono mascherine che possono essere realizzate con molte diverse tipologie di tessuto, in molti colori e fantasie, la scelta ideale per rendere piacevole indossare la mascherina e per trasformarla in quello che sarà per noi nei prossimi mesi, un accessorio a tutti gli effetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *